GMES Urban Services

GMES Urban Services


Il monitoraggio globale dell`ambiente attraverso prodotti e servizi, derivati da immagini da satellite, a supporto delle politiche europee su ambiente e sicurezza.


Il progetto internazionale GUS (GMES Urban Services) si colloca all'interno del programma "GMES, Global Monitoring for Environment and Security", finanziato dall'ESA (Agenzia Spaziale Europea).

Gli obiettivi del programma GMES sono, nel breve periodo, di incrementare l`utilizzo di prodotti e servizi, derivati da immagini da satellite, a supporto delle politiche europee su ambiente e sicurezza e di realizzare, nel lungo periodo, servizi basati sulla fornitura di prodotti di monitoraggio da satellite, che siano di supporto e beneficio ai cittadini dell`Unione.

Il progetto ha avuto lo scopo di sperimentare e consolidare entro il 2004, grazie all`individuazione di Utenti Campione, la fornitura di prodotti derivati da dati telerilevati da satellite per le pubbliche amministrazioni locali.

Per l`Italia gli utenti campione sono Bari, Foggia e Treviso, che hanno aderito al progetto mettendo a disposizione i dati in loro possesso e hanno beneficiato dei risultati prodotti. Planetek Italia ha avuto il compito di individuare un elenco di amministrazioni rappresentative del contesto italiano che possano svolgere il ruolo di Utente nelle fasi successive del progetto.

L`adesione al progetto non prevede alcun onere finanziario per l`Ente.

Agli enti che intendono aderire al progetto viene richiesto di fornire informazioni utili alla definizione delle caratteristiche dei servizi, basati sull`adozione di dati telerilevati da satellite, da integrare alle procedure già in atto presso l`Ente.

I vantaggi per l`ente sono molteplici. Oltre alla possibilità di acquisire un interessante bagaglio conoscitivo sullo stato dell`arte a livello internazionale nell`uso di tecniche innovative di monitoraggio del territorio, l`Ente ha la possibilità di inserire le proprie richieste in un elenco che viene successivamente esaminato dall`Agenzia Spaziale Europea per finanziare le successive fasi del progetti, in fase di start-up a partire dal 2005.

I risultati possono essere riassunti in :

  • Mappa di Uso del Suolo (vari livelli Corine Land Cover: 1, 2 o 3)
  • Mappa di Uso del Suolo Storico
  • Mappa di Uso del Suolo aggiornato e Mappa di cambiamento
  • Mappa Rilevamento del cambiamento (Hot Spot).

Risorse e approfondimenti

 

informazioni sul progetto

Cliente:
ESA, Agenzia Spaziale Europea
Campi applicativi:
Sito:

Condividi