INSPIRE

INSPIRE

Tu sei qui


La Direttiva INSPIRE per l'interoperabilità delle informazioni ambientali e le nostre soluzioni per la sua implementazione

INSPIRE

INSPIRE - Infrastructure for Spatial Information in Europe - è una Direttiva della Commissione Europea (2007/2/EC del 14 marzo 2007) che mira a realizzare una infrastruttura unica di dati territoriali nella Comunità europea.

L’interoperabilità dei dati e dei servizi erogati dalle Infrastrutture di Dati Territoriali (IDT, anche note come SDI, Spatial Data Infrastructures), create dagli stati membri della Comunità Europea, è importante per rendere disponibili e migliorare la qualità dei dati ambientali, ai fini della definizione delle politiche comunitarie e della loro attuazione negli Stati membri, a qualsiasi livello.

La SDI Europea è realizzata attraverso “nodi” nazionali, le Infrastrutture di Dati Territoriali nazionali, che a loro volta coordinano quelle di livello sub-nazionale. Queste infrastrutture sono interconnesse tra di loro e mettono a disposizione dati geografici, metadati e servizi, realizzati in conformità a regolamenti definiti a livello Europeo (le Implementing Rules) ed agli standard di riferimento (ad esempio quelli definiti da organizzazioni quali l’ ISO e l’OGC®) per la realizzazione dei Geoportali e dei Cataloghi.

Per implementare soluzioni conformi a quanto prevede INSPIRE è necessario disporre di conoscenze e competenze trasversali che coprono i diversi aspetti che entrano in gioco. Per questo motivo partecipiamo attivamente alle attività che riguardano INSPIRE in diversi gruppi di lavoro, e siamo riconosciuti come Spatial Data Interest Community (SDIC). Siamo tra i fondatori del Forum italiano INSPIRE e membri del Network smeSpire. Abbiamo anche aderito all’Open Geospatial Consortium (OGC®) in qualità di membro associato, per contribuire con la nostra esperienza alla definizione degli standard per l’interoperabilità dell’informazione geografica.

La nostra esperienza nella progettazione e implementazione di SDI va dalla realizzazione del GeoPortale europeo INSPIRE per conto del Joint Research Centre (JRC) dell’Unione Europea, allo sviluppo di Geoportali nazionali e locali, fino all’armonizzazione di dati e metadati per favorirne l’interoperabilità ed il riuso. Da sempre, infatti, vediamo INSPIRE come un’opportunità per gli Enti, i cittadini e le imprese, in coerenza con le strategie sulle liberazione dei dati (opendata) geografici e con quanto previsto anche dalla Direttiva Europea per il riutilizzo dell’informazione nel settore pubblico (PSI, 013/37/UE del 26 giugno 2013).

Per questo supportiamo i nostri utenti con un’ampia gamma di soluzioni:

  • Realizziamo Portali Geografici e Cartografici conformi alla Direttiva INSPIRE, utilizzando soluzioni opensource e prodotti software allo stato dell'arte, anche in modalità SaaS (Software as a Service) o su Cloud;
  • Adeguiamo sistemi WebGIS agli standard definiti dall’Open Geospatial Consortium(OGC®) per assicurare l’interoperabilità dei dati e dei servizi;
  • Implementiamo Infrastrutture di Dati Territoriali con architetture basate su servizi (SOA) che garantiscono la ricerca, la visualizzazione, la conversione ed il download di informazioni geospaziali;
  • armonizziamo dataset cartografici rispetto ai modelli di dati definiti dalle implementing rules di INSPIRE, e nel rispetto degli stessi standard produciamo dati cartografici (ortoimmagini satellitari, carte d’uso del suolo e altri prodotti geoinformativi);
  • curiamo la normalizzazione dei metadati per creare cataloghi accessibili in modalità web-service (CS-W);
  • eroghiamo corsi di formazione, seminari, webinar, workshop formativi/informativi: sull’attuazione di INSPIRE a livello nazionale sulle metodologie per l'implementazione delle IDT, sia dal punto di vista tecnologico che organizzativo e applicativo sulla produzione di cartografia tematica in conformità alle data specification di INSPIRE, e sull’armonizzazione di dataset preesistenti al fine di rispettare le scadenze normative sulla corretta produzione di metadati e di cataloghi di metadati, in conformità al decreto che istituisce il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali, per assicurare la conformità con i cataloghi di metadati nazionali ed internazionali.