Individuazione abusivismo edilizio nel Comune di Giugliano

Individuazione abusivismo edilizio nel Comune di Giugliano

Tu sei qui


Individuazione delle attività edilizie abusive e delle modifiche urbanistiche ed ambientali da fonti informative satellitari nel Comune di Giugliano


Progetto per l’individuazione delle attività edilizie abusive e delle modifiche urbanistiche ed ambientali da fonti informative satellitari.

Il Comune di Giugliano (NA), nell’ambito delle sue attività istituzionali, ha previsto la realizzazione di acquisizioni satellitari periodiche, in altissima risoluzione e con elevata frequenza temporale, al fine di contrastare fenomeni di abusivismo edilizio.

Nell’ambito di un progetto di monitoraggio sistematico del proprio territorio, il Comune di Giugliano (NA) si avvale di un piano periodico di acquisizioni satellitari per individuare tempestivamente attività edilizie abusive e modifiche urbanistiche ed ambientali non autorizzate.

Molte Pubbliche Amministrazioni Comunali hanno la necessità di mantenere costantemente aggiornato il livello di conoscenza del proprio territorio e di disporre con elevata frequenza temporale di una rappresentazione attuale dello stato dei luoghi. Questo è utile sia nelle attività di programmazione e pianificazione, sia per il monitoraggio delle dinamiche territoriali, al fine di individuare per tempo fenomeni impropri di trasformazione.
Esercitare un‘azione preventiva verso futuri fenomeni di abusivismo, serve a prevenirne fenomeni di degrado e contestualmente ad attivare un processo di equità fiscale.

Per tutti questi motivi, il Comune di Giugliano ha realizzato in collaborazione con Planetek Italia un progetto che prevede acquisizioni satellitari trimestrali ed in altissima risoluzione con l’obiettivo di realizzare un nuovo strumento urbanistico, integrato agli attuali, per la lotta ai fenomeni di abusivismo edilizio.

Il progetto

Il progetto, della durata prevista di 3 anni ed attualmente in corso, consiste nella realizzazione di un sistema di presidio permanente del territorio comunale, basato sul monitoraggio continuo e sistematico con immagini satellitari alla risoluzione di 50 cm acquisite ogni 3 mesi.

I dati satellitari sono utilizzati per verificare le modifiche urbanistiche ed ambientali che intervengono sull’area oggetto del monitoraggio e per individuare, mediante il confronto con le immagini acquisite nei mesi precedenti, strutture o fabbricati in esse non presenti.

A completamento di queste informazioni, gli edifici vengono classificati in relazione alla gravità del presunto abuso. La classificazione è possibile incrociando lo strato informativo degli abusi con gli strati cartografici, forniti dal Comune, che definiscono i vincoli o le aree protette. In questo modo è possibile disporre di uno strumento efficace per il monitoraggio delle zone territoriali sensibili.

I tematismi estratti dalle immagini soni stati utilizzati inizialmente per predisporre la banca dati cartografica ad hoc e successivamente per alimentarla trimestralmente con i layer delle modifiche avvenute.

Planetek Italia supporta ulteriormente i tecnici comunali garantendo consulenza tecnico/operativa sia nei processi di individuazione degli abusi che in quelli di verifica qualitativa dei dati di input e di output dei processi elaborativi.

Tutte le informazioni raccolte, dai dati satellitari ai tematismi vettoriali delle modifiche individuate, sono prodotte con caratteristiche conformi alle attuali banche dati comunali, per poter essere utilizzati per aggiornare il SIT. Questa integrazione permette di disporre di dati georeferenziati per la rappresentazione delle modifiche urbanistiche avvenute nel tempo e di avere delle immagini telerilevate aggiornate del territorio in un'unica banca dati.

Una volta integrati nel SIT i dati possono quindi:

  • Essere consultati e gestiti dagli strumenti GIS e WebGIS attualmente in uso;
  • Fare da input per ulteriori elaborazioni;
  • Essere fruiti con dispositivi mobili, costituendo un servizio a supporto dei rilievi e delle verifiche in campo degli abusi. 

I dati sono infine correlati con le informazioni di tipo documentale (Permessi di Costruire, DIA, SCIA, Condoni Edilizi, ecc.) e possono essere interrogati mediante apposite query alfanumeriche per analizzare più nel dettaglio specifiche tipologie di abusi, aumentando così l’efficacia nella tutela del territorio e consentendo la produzione di report a supporto dei Tavoli Decisionali.

Vantaggi

La realizzazione di un workflow e, quindi, di una metodologia standard consolidata per il monitoraggio dell’abusivismo edilizio, offre dunque i seguenti vantaggi:

  • Maggiori garanzie qualitative sul risultato delle elaborazioni che risulta poco affetto da errori derivanti dall’interpretazione o da attività estemporanee
  • Previsione e consolidamento dei momenti di verifica qualitativa del monitoraggio delle varie attività
  • Riduzione dei tempi di produzione e ottimizzazione dei processi.

Eventi di presentazione della soluzione e della case history di Giugliano:

informazioni sul progetto

Cliente:
Comune di Giugliano
Campi applicativi:
Sito: